ALZARSI IN PIEDI E SEDERSI

Utilizzare sedie con braccioli e non troppo basse.

Per alzarsi mettere entrambe le mani sui braccioli utilizzando la spinta delle braccia e della gamba sana. Prima assicuratevi di avere le stampelle a portata di mano.

Per sedersi non lasciarsi cadere sulla sedia. Cercare il bracciolo con una mano prima e poi con l’altra, portare la gamba operata leggermente avanti mentre si scende piano sulla sedia.

COME FARE LE SCALE

I fisioterapisti vi addestreranno a farle correttamente durante il ricovero. A salire prima la gamba non operata, poi la gamba operata, poi le stampelle. A scendere prima le stampelle, poi la gamba operata, poi la gamba non operata.

USARE IL BAGNO

Per andare in bagno si consiglia di usare la stessa tecnica usata per sedersi su una sedia. In questo caso però non vi sono braccioli. Occorre, quindi, trovare dei punti di appoggio per le mani vicino alla toilette, il muro, un mobile o lo stesso wc. Per chi dispone di un wc troppo basso o è di corporatura molto alta, può essere utile usare un alzawater.

BAGNARSI E FARSI LA DOCCIA

Durante le prime settimane dopo l’intervento non è permesso bagnare la ferita. Pertanto non è possibile fare bagno né doccia. Dalla rimozione della medicazione e verifica della guarigione della ferita potrà iniziare a bagnare la ferita.
Poiché fare il bagno in vasca implica sedersi molto in basso, è consigliabile nei primi tempi lavarsi in doccia. Il principale rischio della doccia è costituito dalle cadute. Se necessario utilizzare tappetini antiscivolo, sostenersi ad appigli solidi nel vano doccia o farsi aiutare da un’altra persona.

MOVIMENTI DA EVITARE

Tutti i movimenti che comportano la flessione e l’intrarotazione dell’arto operato, come i seguenti: accavallare la gamba operata sull’altra, incrociare le gambe, abbassarsi per raccogliere oggetti a gambe strette, inginocchiarsi, adagiarsi su sedute troppo basse.

Saranno, invece, consentiti tutti i movimenti fatti ad arti divaricati: potrà, ad esempio, raccogliere in sicurezza un oggetto abbassandosi a gambe larghe.
È consentito dormire sul fianco operato senza limitazioni. Potrà dormire, invece, sul fianco opposto a quello operato mettendo un cuscino tra le gambe per mantenerle leggermente divaricate.